15.12.2020 admin 0Comment

Le prospettive del dollaro USA dipendono dalla decisione sul tasso della Federal Reserve. L’inflazione potrebbe essere l’ultimo disperato tentativo della Fed di mantenere il ciclo inflazionistico in corso e potrebbe causare la formazione di una bolla dell’Indice del Dollaro USA. Se e quando la bolla scoppierà, potrebbe inviare onde d’urto in tutta l’economia globale e spingere i prezzi delle materie prime e dell’energia alle stelle. Tuttavia, ci sono modi per proteggere noi stessi e i nostri investimenti, e il migliore è attraverso Dollar Intelligent Trading.

La deflazione è il sottoprodotto indesiderato di un debito eccessivo e tassi di interesse troppo bassi. Quando i due sono insieme, l’economia mondiale soffre di una disoccupazione troppo alta e di un’attività economica troppo bassa. Quando sono separati, sperimentiamo troppa deflazione, o il contrario. Quando l’Indice del dollaro USA è vicino al suo minimo e il tasso di inflazione è vicino al più alto nella sua storia (com’era nel 2020), significa che l’indice del dollaro USA si sta “gonfiando”. Ciò significa che l’inflazione si sta sviluppando su una base già elevata.

Come si impedisce che l’indice del dollaro USA si “gonfi” a causa dell’intervento della Fed? Lo fai diversificando i tuoi investimenti in diverse classi di attività, tra cui: materie prime, obbligazioni, piccole imprese, finanza, assistenza sanitaria, attività domestiche ed energia. Quando diversifichi tra classi di attività, aumenti la diversità di rischio e opportunità e riduci il rendimento aggiustato per il rischio (RAS). Il risultato è un portafoglio di investimenti con un rischio di reddito inferiore rispetto a quando hai investito tutti i tuoi soldi nel mercato azionario. Il tuo portafoglio in dollari dell’indice del dollaro USA a prova di inflazione non si gonfierà oltre la tua tolleranza.

La Federal Reserve e l’Indice del dollaro USA sono attualmente molto vulnerabili a un’eccessiva responsabilità fiscale. L’Internal Revenue Service (IRS) impone diversi prelievi fiscali federali su individui e imprese. Tra questi ci sono la responsabilità fiscale del numero di identificazione del lavoro autonomo (ESIN) e le tasse sui salari. La responsabilità fiscale aumenta con ogni nuovo livello di occupazione. Le esenzioni fiscali federali, se presenti, generalmente non si applicano ai lavoratori autonomi. Quindi, se sei un lavoratore autonomo, allora sei in un sottaceto.

Stiamo guardando a un futuro in cui le società statunitensi devono pagare le tasse al governo invece che ai loro azionisti o proprietari? Ebbene, si consideri il modello europeo in cui hanno un sistema fiscale progressivo con aliquote molto basse per i gruppi ad alto reddito e aliquote molto alte per i gruppi a reddito medio. Italia e Francia hanno sistemi fiscali simili, con paradisi fiscali sostanziali. È un fatto ben noto che i paesi con sistemi fiscali progressivi registrano una crescita del prodotto interno lordo pro capite molto più elevata rispetto a quelli con sistemi di imposta sul reddito proporzionale. Se l’Europa è una guida, allora siamo diretti a un “paradosso della crescita” in cui i governi ottengono più entrate dalle tasse promuovendo la crescita economica attraverso una minore responsabilità fiscale.

Stiamo guardando a un futuro in cui il debito del governo degli Stati Uniti è maggiore del prodotto interno lordo degli Stati Uniti? Questo è l’aspetto del modello europeo con i loro problemi di debito, ma gli Stati Uniti no. Il motivo è semplice; il governo degli Stati Uniti ha piena fiducia e credito nella sua capacità di gestire in modo efficiente il bilancio federale. In Europa, il debito è un problema molto più grande a causa della loro recente crisi del debito e dei tassi di interesse relativamente alti sul debito. Di conseguenza, le nazioni europee hanno un debito più elevato rispetto al loro VAL (Prodotto Interno Lordo).

Se gli Stati Uniti adottassero un sistema simile, dovremmo affrontare un problema ancora più grande a causa dei nostri diversi livelli di reddito e guadagni aziendali. Quando i profitti delle società diminuiscono (come negli ultimi anni), il gettito dell’imposta sul reddito delle società diminuisce. Il risultato è una situazione in cui il governo deve aumentare le tasse o perdere la capacità di stimolare l’economia attraverso l’uso del gettito fiscale. È matematicamente impossibile aumentare le entrate senza ridurre il reddito e l’aumento della tassazione delle società si tradurrà in maggiori imposte sul reddito per gli Stati Uniti. Ciò accadrà indipendentemente da quale partito abbia il controllo del Congresso.

È matematicamente impossibile gestire il governo federale in modo efficiente se la responsabilità fiscale cresce più rapidamente della crescita delle entrate. Ciò significa che a meno che il governo non sia più organizzato che mai in termini di condivisione di informazioni e comunicazioni con il contribuente, non riuscirà ad aumentare la sua efficienza e rimarrà senza soldi prima delle prossime elezioni di medio termine. È anche probabile che qualsiasi pacchetto di stimolo aggiuntivo approvato non aumenterà l’importo delle tasse necessarie per pagare il debito nazionale. Né risolverà i problemi dei non assicurati o dei sottoassicurati.